Home » Visitare il Parco » I tesori del Parco » Gastronomia

Itinerario del gusto nella Valle del Tirino

Il paesaggio agrario dei costoni montani è segnato dagli uliveti che si arrampicano fin sulle pendici più inospitali e nude della montagna. Agli ulivi sono consociati i mandorli e i fichi, mentre alberi di bagolaro delimitano i campi e le strade che conducono alle masserie isolate. Ignazio Silone raffigurava il paesaggio agrario della valle tritana a quello della Palestina. Più in basso i vigneti coltivati a Montepulciano. Oggi, tra le principali realtà vitivinicole della zona, vi è quella localizzata nella Conca di Ofena, in cui hanno impiantato le loro vigne molti produttori di rilievo nel panorama enologico nazionale. Allo storico Montepulciano d'Abruzzo si sommano il Pecorino, la Passerina, il Montonico, il Bombino bianco e la Cococciola, tutti vitigni a bacca bianca.
La gastronomia del distretto trova la sua essenza nel fiume: con la trota, che viene di solito proposta alla brace ed i gamberi, sovente associati ai primi piatti di paste all'uovo fatte a mano ed aromatizzate con erbe e zafferano.
Dolce tipico è la Ciambella di San Biagio.

Altre info su: Distretto Valle del Tirino

Gnocchetti allo Zafferano
Gnocchetti allo Zafferano
(foto di M. Anselmi)
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo