Home » Territorio e Natura » I Distretti

Distretto Sorgenti del Tronto

Regione: Lazio
Provincia: Rieti
Comuni: Accumoli, Amatrice

Il Nome
Il distretto è ricavato intorno alle sorgenti del fiume Tronto, una zona ricca di sorgenti e di ambienti naturali modellati dall'acqua.


Natura e paesaggio

Il distretto comprende il settore laziale del Parco, con il versante occidentale dei Monti della Laga che culmina con il Monte Gorzano, la vetta più alta del complesso montuoso. Le impervie pendici di arenaria sono rivestite da vaste estensioni di boschi: faggete, in alto, e cerrete e castagneti alle quote inferiori. In questo settore si localizza una delle perle dell'area protetta: la zona umida di Agro Nero, punteggiata da pozze e stagni perenni tra cui il Lago Secco e quello della Selva. Le sorgenti e le piccole torbiere danno rifugio ad una flora che annovera specie rarissime come il Salice odoroso e la Vallisneria spiralis, pianta acquatica dalle caratteristiche foglie nastriformi che qui vegeta spontanea offrendo rifugio alla fauna acquatica, ben rappresentata dal raro Tritone alpestre. Nelle notti senza vento non è difficile ascoltare, con grande emozione, l'ululato del Lupo.


Valori del distretto

La grande conca amatriciana si estende nel fondovalle, dove si alternano campi recintati da siepi e muretti a secco, frutteti, prati, pascoli, boschi e castagneti. Un paesaggio agrario dolce, riposante, punteggiato da casali costruiti con la pietra arenaria. Oltre agli importanti centri storici di Amatrice ed Accumoli, meritano di essere visitati i tanti villaggi sparsi nei boschi e caratterizzati da una peculiare architettura rurale, che sorprendono con veri e propri capolavori d'arte, come la Cappella rurale dell'Icona Passatora interamente affrescata nel Rinascimento.
Ci troviamo nel territorio di Cola dell'Amatrice, riconosciuto genio artistico del Rinascimento, allievo di Raffaello e del Bramante; ma il Distretto è anche la patria dell'Amatriciana, il tipico piatto locale che oggi è una bandiera della cucina nazionale, oltre che di uno dei più apprezzati Presidi Slow Food: la Mortadella di Campotosto.


Strutture presenti

Fulcro della presenza del Parco nel distretto è il Polo per il Patrimonio Agroalimentare di Amatrice, il cui Comune, in omaggio al Parco e per sottolineare il valore di appartenenza culturale all'area protetta, ha realizzato nei giardini comunali "Il Parco in miniatura", in cui sono presentate a scopo educativo e didattico, alcune delle principali emergenze di fauna e flora.

Itinerario n° 18
Difficoltà: E - Escursionistico
Itinerario n° 17
Difficoltà: E - Escursionistico
Itinerario n° 13
Difficoltà: E - Escursionistico
Itinerario n° 15
Difficoltà: T - Turistico
Tempo di percorrenza: 1 h 30 m
Itinerario n° 16
Difficoltà: E - Escursionistico
Tempo di percorrenza: 1 h 30 m
Itinerario n° 14
Difficoltà: E - Escursionistico
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo