Home » Territorio e Natura » Flora

Le foreste del Parco

Una delle immagini più suggestive e che evoca la vita selvaggia e la natura incontaminata è legata ai boschi ed alle foreste. Alberi alti e maestosi, tronchi possenti e contorti che portano i segni dei secoli, arbusti intricati del sottobosco, forre ombrose, umide e ripidissime, luminosissime radure: le foreste vivono su ambienti differenti e si caratterizzano per una ricchezza ed una diversità eccezionale.
Esse sono la casa e costituiscono l'habitat per innumerevoli creature di ogni taglia e dimensione, piante, animali, funghi, microrganismi.
La complessità e la diversità delle foreste è solo in minima parte intuibile; esse sono tra i più efficaci produttori di energia ed ospitano sia erbivori (consumatori primari) come caprioli e cervi, roditori come ghiri e scoiattoli che carnivori (consumatori secondari) come orsi, lupi, donnole, faine, martore...
Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga ha il territorio caratterizzato, per circa la metà della propria superficie, da boschi e foreste. Esse sono presenti per lo più sul versante teramano del Parco e sui Monti della Laga, mentre, sul versante aquilano, sono presenti relitti di vegetazione forestale, seppur molto interessanti; questo a causa sia dello sfruttamento del territorio dovuto alla pratica della pastorizia che alle caratteristiche climatiche maggiormente continentali ed aride.

Altre info su: I Boschi del Parco

Funghi
Funghi
(foto di Daniele Di Santo)
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo