Home » Visitare il Parco » I tesori del Parco » Beni culturali

Necropoli di Campovalano

Antica necropoli ai piedi delle Montagna dei Fiori

Parco archeologico direttamente collegato al Museo Archeologico Nazionale di Campli, che ne custodisce i reperti. Quest'ultimi portati alla luce fino ad oggi, di grandissima importanza, hanno dato un notevole contributo allo studio della civiltà detta Medio Adriatica ed ai rapporti di questa con l'Etrusca e la Greca.

Ai piedi della Montagna di Campli, a poco più di 500 m slm, a poca distanza dalla città farnese, circondata da suggestive colline e selvatici fossi, il terrazzamento pianeggiante di Campovalano, ha ospitato per circa mille anni (dal XII al II secolo a.C.) un cimitero di italici (i cosiddetti pretuzi e i piceni). Le prime tracce di vita nella pianura di Campovalano (fraz. di Campli), però, risalgono all'età del bronzo. Nel corso del XIV e del XIII secolo a.C. infatti nella zona di Coccioli, si insedia una comunità di allevatori e agricoltori. Le testimonianze archeologiche di questo insediamento del secondo millennio a.C. scoperte nel 1971 dimostrano, oltre alla fabbricazione di strumenti di bronzo, una cospicua presenza di animali d'allevamento. Pecore e capre in particolare, ma anche buoi e maiali. La caccia doveva avere scarsa incidenza nell'economia generale dell'insediamento. La presenza di vasi particolari chiamati bollitori e colini testimoniano la lavorazione del latte per fabbricare ricotta e formaggi.

Apertura: dal lunedì al venerdì, orario 9:00-15:00 / chiuso: sabato e domenica
www.facebook.com/necropolidicampovalano

Museo Archeologico Nazionale - Campli - Tel. 0861/569158

Video

Comune: Campli (TE) | Regione: Abruzzo | Localizza sulla mappa
Area Archeologica di Campovalano
Area Archeologica di Campovalano
(foto di M. Anselmi)
 
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor