Home » Agricoltura e Zootecnia » Le attività in corso » Le attività in favore della zootecnia

Le api e il miele

L'apicoltura è un'attività antica, apparentemente semplice ma assai  complessa. Oggi si parla di allevamenti apistici, perché le api sono insetti ed in quanto tali le attività che l'uomo compie per raccogliere i loro prodotti sono da considerare attività zootecnica.

Le api si nutrono di nettare che prelevano dai fiori e solo loro hanno la capacità di trasformarlo in miele, che rappresenta la scorta di cibo per la sopravvivenza delle api stesse. Semplicemente per questo sono da considerare insetti straordinari e, di fatto, l'uomo non fa altro che raccogliere il prodotto del loro lavoro! Le api giocano un ruolo fondamentale nella  trasformazione e il prodotto miele ha pertanto una duplice natura: di origine vegetale (dal nettare di fiori), ma anche animale perché elaborato dalle api. 

Il nettare è una sostanza zuccherina che le piante producono proprio per attirare gli insetti. In questo modo le api ed altri insetti che si nutrono del nettare, diventano vettori inconsapevoli del polline, che viene così trasportato su altri fiori con la funzione di fecondare e garantire la riproduzione delle piante. Questa funzione impollinatrice delle api le rende indispensabili per garantire la sopravvivenza di specie vegetali non auto-fecondanti e tale ruolo assume un grande interesse dal punto di vista ambientale.

Ecco perché nel Parco si favorisce l'apicoltura e si promuovono attività in favore della produzione di miele e altri prodotti delle api.

PDF La scheda Progetto (579Kb)

Controllo arnie
Controllo arnie
(foto di Archivio Ente Parco)
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo