Home » Attività e Ricerca » Attività e Progetti Floristici » Percorso Didattico Un Giorno da Florista

Fase 3: La preparazione del campione

Perché i campioni d'erbario si conservino a lungo, possano essere studiati ed osservati, e anche per dare al nostro erbario un aspetto gradevole, possiamo fissarli su cartoncini bianchi con i loro cartellini.
Per questa fase, potete scegliere se prenotare una visita presso il Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino (Monastero San Colombo, Barisciano - AQ) oppure presso il Museo Didattico "Un giorno da Florista" (Palazzo Marchesi Cappello, Accumoli - RI). Oppure potete proseguire autonomamente a casa, procurandovi da voi il semplice materiale necessario sotto descritto (cartoncini, fascette, spilli ecc…)

Per prima cosa preparate, a mano o con il computer, dei cartellini personalizzati da riempire con il nome della specie e le indicazioni sulla località di raccolta, come questo:
Oppure utilizzate questi cartellini che abbiamo preparato per voi, scaricando il PDF e ritagliandoli:

PDF Scarica i cartellini per i campioni (233Kb)

Scegliete un formato di foglio (preferibilmente un cartoncino) che più vi è comodo per la realizzazione del vostro erbario.
Ci sono vari metodi per fissare i campioni al foglio. Il più classico prevede l'utilizzo di fascette di carta dell'altezza di circa 0,5 cm, di lunghezza variabile, e spilli.
Appoggiate il campione sul foglio, posizionandolo in modo che nessuna parte esca al di fuori e lasciando in basso a destra uno spazio sufficiente per il cartellino.
La fascetta va fissata con lo spillo su parti rigide e robuste del campione, in almeno due punti, per evitare che si muova maneggiando il foglio.
Compilate accuratamente il cartellino con i dati sulla località di raccolta e fissatelo con la colla sul foglio, in basso a destra. Se sapete già di che pianta si tratta scrivete il nome (meglio se quello scientifico) e la famiglia di appartenenza, altrimenti passate alla fase successiva.
Se avete parti della pianta separate, potete metterle in bustine trasparenti con chiusura a zip e pinzarle al foglio.
Se avete più foglie, potete, accanto al rametto principale, attaccarne una con la pagina inferiore rivolta verso l'alto.
Facoltativamente potete completare il campione con una foto.

Riponete tutti i campioni così preparati in una cartella di cartoncino e conservate il vostro erbario in un luogo fresco e asciutto.

Tenete presente che alcuni piccoli insetti e le muffe, possono distruggere interi erbari! Potete evitarlo congelando periodicamente (può essere sufficiente una volta all'anno) il vostro erbario per 6-7 giorni a -18° C (va comunque bene un comune congelatore purché abbastanza capiente), dopo averlo ben richiuso in una busta di plastica.

Abbiate cura del vostro erbario perché, così preparato, ha un valore inestimabile! Esso costituisce una testimonianza per le generazioni future ed è anche prezioso materiale di studio per gli scienziati che si occupano della catalogazione del mondo vegetale.
Preparazione del campione
Preparazione del campione
(foto di N. Ranalli)
Preparazione del campione
Preparazione del campione
(foto di N. Ranalli)
Preparazione del campione
Preparazione del campione
(foto di N. Ranalli)
Erbario
Erbario
(foto di N. Ranalli)
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo