Home » Attività e Ricerca » Attività e Progetti Floristici

Progetto di divulgazione scientifica MISALVOCOSì

Riscopriamo gli utilizzi delle piante nella vita quotidiana

Progetto finanziato dal Dipartimento per l'Università, l'alta formazione artistica, musicale coreutica e per la Ricerca, Direzione generale per il coordinamento e lo sviluppo della Ricerca. Legge 6/2000.

Capofila progetto: Associazione culturale "Variazioni"
Responsabile scientifico: Dott.ssa Daniela Tinti (Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)
Partner di progetto:

  • Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
  • Associazione culturale "Idee in Movimento"
  • Corpo Forestale dello Stato
  • Istituto comprensivo di Navelli
  • Edizioni Prime Vie
  • Università degli studi di Camerino

MISALVOCOSì… Mi salvo dai veleni di tutti i giorni, dalla dimenticanza delle tradizioni antiche, dalle leggi spietate del mercato e dalla globalizzazione… Mi salvo imparando, osservando, sperimentando, sbagliando, ripetendo e condividendo.
Con questo progetto abbiamo voluto trasmettere ai ragazzi l'idea che è possibile, recuperando le tradizioni antiche che hanno radici sul territorio, utilizzare ciò che la natura ci offre per auto produrre in casa tanti prodotti d'uso quotidiano. Le tre scuole coinvolte nel progetto fanno parte di tre piccoli comuni in provincia di L'Aquila, ossia Barisciano, Capestrano e Poggio Picenze,  situati in prossimità del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, un territorio che offre una natura ricca e incontaminata, tutelato e promosso da un Ente che ha a cuore l'integrazione delle comunità locali nell'ambiente naturale.
A ciascuna scuola è stato assegnato un tema su cui lavorare, con uscite sul campo alla ricerca delle piante da utilizzare nei laboratori in classe. I ragazzi della scuola di Capestrano hanno lavorato sul Sambuco nero, con un laboratorio di Phytoalimurgia (alimentazione con le erbe spontanee), preparando una gustosa bevanda a base di fiori di Sambuco e assaggiando marmellate, biscotti e pizze rustiche a base di fiori e frutti di questa comunissima e sorprendente pianta selvatica. I ragazzi di Barisciano si sono cimentati nella raccolta di pungenti rametti di Ginepro rosso, con cui preparare l'oleolito da utilizzare nella produzione di un sapone vegetale a base di olio di oliva e mandorle. I ragazzi di Poggio Picenze hanno utilizzato le foglie dell'Orniello per tingere matasse di lana ottenendo un bel giallo oro. Ogni scuola ha preparato i campioni d'erbario della pianta utilizzata, utilizzando la pressa costruita nel corso del  progetto "Botanici in Erba". A testimonianza e ricordo dell'esperienza, è stato prodotto, con il contributo dei ragazzi, un quaderno didattico e un bellissimo video.
Nell'ambito dello stesso progetto sono stati inoltre organizzati dei corsi/laboratorio, rivolti ad un pubblico adulto, sui medesimi temi: Quaderno Phytoalimurgia, Saponi Naturali, Tintura Naturale (di seguito scaricabili come pdf). Sono state inoltre preparate tre dispense didattiche, utili strumenti per educatori, insegnanti e per chiunque voglia cimentarsi nell'utilizzo delle piante officinali.
Questo progetto è il risultato della sinergia tra Istituzioni Pubbliche, Scuole e Associazioni e ad essi vengono restituiti i materiali prodotti, affinché ne diffondano i risultati, promuovano la ricerca e la divulgazione scientifica nelle giovani generazioni, e si impegnino a costruire ponti intergenerazionali.
 
PDF scaricabili:

Video: www.gransassolagapark.it/gallery_video_dettaglio.php?id=910

Lino tinto
Lino tinto
(foto di Daniela Tinti)
Lana tinta
Lana tinta
(foto di Daniela Tinti)
Raccolta del sedano d'acqua
Raccolta del sedano d'acqua
(foto di Daniela Tinti)
Cucina naturale
Cucina naturale
(foto di Daniela Tinti)
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife CrainatLife M.I.R.CO-Lupo