Home » Ente Parco » Tutte le news

Terremoto nel versante nord del Parco

Aggiornamenti

( Assergi, 31 Agosto 2016 )

Cartografie e inquadramenti delle aree del Sisma e delle strade di accesso

  1. Inquadramento Cartografico delle aree del Sisma
  2. Inquadramento Cartografico di Amatrice
  3. Inquadramento Cartografico di Accumoli
  4. Inquadramento Cartografico di Arquata del Tronto


30/08/2016

Secondo giorno di lutto Nazionale. Ore 18.00 ad Amatrice, funerali delle vittime.

(Nella foto l'Icona Passatora nel Santuario Mariano di Ferrazza, frazione del comune di Amatrice.)

  • Ad Assergi, in mattinata il Modello Organizzativo e le linee di indirizzo per affrontare l'emergenza e la ricostruzione, scaturito dalla riunione di ieri, sono state condivise con Federparchi e il suo Presidente Giampiero Sammuri, oltre che con i coordinatori regionali per l'Abruzzo, Lazio e Marche: Antonio Carrara, Maurizio Gubbiotti e Lanfranco Giacchetti. Presente anche Legambiente con il responsabile nazionale Antonio Nicoletti e quelli regionali Giuseppe Di Marco (Abruzzo) e Francesca Pulcini (Marche)
  • A seguire si è riunito in seduta straordinaria il Consiglio Direttivo  dell'Ente che ha deliberato su atti decisivi per l'economia delle zone colpite dal terremoto, quali la ratifica dei programmi europei sul "de minimis" negli aiuti di Stato e sulla definizione di priorità sia nella liquidazione degli indennizzi dei danni all'agricoltura e alla zootecnia, sia nelle proposte di finanziamento nell'ambito del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020, già inviate al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare.

29/08/2016

  • Consigio Direttivo Straordinario sul terremoto
  • "Parchi solidali" per affrontare l'emergenza e la ricostruzione

    Incontro programmatico nella sede del CTA ad Assergi

    Il sistema dei Parchi  si mobilita per affrontare il breve e lungo periodo della fase post sisma ed assumere un ruolo attivo nella prospettiva della ricostruzione, in virtù delle proprie competenze e conoscenze del territorio e delle sue specificità ambientali, culturali e antropologiche.

    La solidarietà delle aree protette  è stata al centro dell'incontro che si è tenuto oggi a Fonte Cerreto, presso il CTA per il Parco del Corpo Forestale dello Stato, che ha visto la presenza dei Parchi nazionali d'Abruzzo, Lazio e Molise, della Majella, dei Monti Simbruini, del Parco regionale Sirente Velino e dell'AMP Torre del Cerrano, del sistema delle Riserve Naturali d'Abruzzo e della rete dei Parchi del Lazio. Presente, inoltre Federparchi – Europarc Italia e Legambiente.

    Obiettivo dell'incontro è stato la condivisione di una bozza di modello organizzativo, che prevede interventi su diversi fronti di azione, sulla scorta di un report delle attività dal 24 agosto ad oggi,  ma che, soprattutto, esprime l'auspicio dei Parchi di poter assumere un ruolo riconosciuto all'interno della struttura operativa della Protezione Civile, affinché uomini, mezzi, strutture e competenze del Parco possano essere correttamente messe a frutto nella fase dell'emergenza e in quella della ricostruzione.

27/08/2016

Oggi è lutto nazionale: ad Ascoli Piceno i funerali delle vittime

26/08/2016

2 - Scai, frazione di Amatrice

Le squadre del Parco sono ora a Scai per collaborare con il montaggio delle tende.  La Protezione Civile è ora perfettamente operativa per le operazioni di assistenza alle popolazioni colpite.

1 - La squadra del Parco nelle frazioni di Amatrice.

Sono 69 le frazioni di Amatrice. Alcune sono piccole, altre piccolissime. Oggi gli automezzi e il personale del Parco sarà impegnato in quei luoghi per collaborare con la Protezione Civile coadiuvandola nel raggiungimento dei luoghi.
Ecco l'elenco:
Scai - 114 abitanti - 991 metri slm
Sommati - 100 abitanti - 975 metri slm
Torrita - 73 abitanti - 1005 metri slm
Sant'Angelo - 68 abitanti - 1009 metri slm
Patarico - 61 abitanti - 881 metri slm
Arafranco-Pinaco - 59 abitanti - 1011 metri slm
Nommisci - 56 abitanti - 1164 metri slm
Cornillo Nuovo - 52 abitanti - 1134 metri slm
San Lorenzo e Flaviano - 48 abitanti - 926 metri slm
Santa Giusta - 46 abitanti - 977 metri slm
Moletano - 45 abitanti - 1051 metri slm
Faizzone - 44 abitanti - 960 metri slm
Bagnolo - 44 abitanti - 1040 metri slm
Ponte A Tre Occhi - 44 abitanti - 906 metri slm
Voceto - 42 abitanti - 1067 metri slm
Configno - 39 abitanti - 1008 metri slm
Rocchetta - 36 abitanti - 912 metri slm
Cornillo Vecchio - 36 abitanti - 887 metri slm
San Giorgio - 33 abitanti - 992 metri slm
Saletta - 33 abitanti - 864 metri slm
Poggio Vitellino - 32 abitanti - 971 metri slm
Collecreta - 31 abitanti - 1065 metri slm
Retrosi - 29 abitanti - 1000 metri slm
Collemoresco - 28 abitanti - 910 metri slm
Mosicchio - 27 abitanti - 981 metri slm
San Benedetto - 25 abitanti - 940 metri slm
San Capone - 24 abitanti - 1081 metri slm
Casale - 22 abitanti - 962 metri slm
Roccapassa - 22 abitanti - 977 metri slm
Prato -  21 abitanti -  950 metri slm
San Lorenzo A Pinaco -  21 abitanti -  996 metri slm
Cossito -  19 abitanti -  968 metri slm
Collemagrone -  19 abitanti -  961 metri slm
Preta -  19 abitanti -  1194 metri slm
Pasciano -  19 abitanti -  1085 metri slm
Capricchia -  19 abitanti -  1106 metri slm
Collepagliuca -  19 abitanti -  997 metri slm
Collegentilesco -  18 abitanti -  1017 metri slm
Varoni -  17 abitanti -  1076 metri slm
Collalto -  16 abitanti -  1081 metri slm
Cascello -  16 abitanti -  980 metri slm
Casali di Sopra -  16 abitanti -  1103 metri slm
Forcelle -  13 abitanti -  1146 metri slm
Casali di Sotto -  12 abitanti -  1018 metri slm
Petrana -  11 abitanti -  921 metri slm
Domo -  11 abitanti -  871 metri slm
San Tommaso -  9 abitanti -  1049 metri slm
Colli -  9 abitanti -  933 metri slm
Ferrazza -  8 abitanti -  1091 metri slm

25/08/2016

4 - Ad Arquata, Accumoli e Amatrice si verificano le Strutture del Parco
Una squadra del Parco è impegnata fin da questa mattina alla verifica (visiva), dello stato di agibilità in cui versano le strutture del Parco per una loro eventuale messa a disposizione dei soccorsi.
- Ad Arquata del Tronto il "Centro dei due Parchi", che il Parco dispone in comune con il Parco dei Sibillini, ha riscontrato lievi danni. Saranno le verifiche tecniche a valutare se può essere nuovamente operativo in poco tempo.
- Sempre ad Arquata del Tronto, casa Dettori risulta fortemente danneggiata.
- A Paggese, in Comune di Acquasanta Terme, la sede del Comando Stazione del CTA/Corpo Forestale non ha riportato danni ed è operativa.
- Ad Amatrice la sede del Polo Agroalimentare del Parco ha riportato ingenti danni e la struttura non è agibile.
- Ad Accumoli le verifiche sul Museo Naturalistico del Fiore sono in atto.

3 - Ad Arquata si allestisce il Campo
Ad Arquata del Tronto le squadre messe a disposizione del Parco sono impegnate, al momento, al montaggio delle tende per l'allestimento del campo.

2 - Rende nota la Protezione Civile
Sono ancora numerose, nei Comuni colpiti, le disalimentazioni di corrente elettrica e le interruzioni alle reti telefoniche. I tecnici sono al lavoro per il ripristino dei servizi. Sulla rete viaria principale non si registrano grosse criticità, mentre risulta compromessa la viabilità secondaria.
E' stato attivato il numero 45500 per la raccolta di fondi attraverso l'invio di sms del costo di 2 euro. È possibile donare anche chiamando da rete fissa lo stesso numero. Il servizio è attivato con gli operatori nazionali Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, CoopVoce, Wind e Infostrada, TWT, CloudItalia e PosteMobile. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

1 - Il Parco si attiva
Anche per la giornata di oggi sono già presenti sui territori interessati dal sisma le squadre del Parco. Nello specifico si tratta di 17 unità e 7 automezzi e di cui 2 ad Amatrice, 2 ad Accumoli, 2 ad Arquata del Tronto ed un mezzo per le frazioni di Amatrice.
I mezzi ed il personale del Parco rimarranno a disposizione di Protezione Civile e dei sindaci per le incombenze che si renderanno necessarie.


24/08/2016

19.15 - Bilancio amaro

Stanno rientrando in sede le squadre del Parco intervenute oggi sui territori interessati dal sisma. Domani saranno nuovamente operative tre squadre che raggiungeranno Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto.
Il bilancio di oggi è doloroso, i nostri operai hanno collaborato ad estrarre dalle macerie il corpo di una ragazza di 20 anni a Pescara del Tronto. Le altre squadre hanno portato acqua potabile ad Amatrice e Accumoli. Unica flebile nota di speranza, la squadra ha estratto vivo un cane padronale rimasto sepolto.

18.20 - I Forestali del Parco tra i primi ad intervenire nei luoghi colpiti dal sisma

La comunità del Parco rende merito al CTA-CFS e al suo Dirigente Dott. Carlo Console per l'immediata operatività conseguente al sisma di questa notte. I Comandi Stazione del Corpo Forestale dello Stato del Parco sono stati tra i primi ad intervenire sui luoghi del disastro e continuano a farlo con amore e competenza.

17.00 - Le squadre del Parco sono a Pescara del Tronto

Le squadre del Parco, 14 unità con 4 mezzi, sono ora a Pescara del Tronto, frazione di Arquata, e collaborano attivamente con i Vigili del Fuoco a per cercare di salvare vite umane tra le macerie.

14.30 - Nota inviata dal Presidente del Parco a tutti i sindaci dell'Area Protetta.

A Tutti i Sindaci della Comunità del Parco
OGGETTO: Sisma 24 agosto 2016 – Ordinanze chiusura Sentieri e Cammini esposti
Il grave sisma che ha colpito questa notte il vasto territorio montano del nostro Parco determinando devastazione e morte, potrebbe avere inciso, per come le esperienze passate ci hanno insegnato, sulle matrici ambientali ed, in particolare, sulla orografia rocciosa dei punti più sensibili ed esposti.
In conseguenza di ciò si invitano i Sigg.ri Sindaci della Comunità del Parco, competenti per territorio, ad adottare, laddove ritenuto necessario, Ordinanze ex art.54 TUEL di chiusura totale o parziale per motivi precauzionali dei sentieri o dei cammini più esposti.
I tecnici di questo Ente Parco, terminate le attività di Protezione Civile connesse al sisma nelle quali sono direttamente impegnati, sono a completa disposizione per l'effettuazione di ogni necessario sopralluogo.
Assergi, il 24 agosto 2016 - Il Presidente Avv.Tommaso Navarra

ore 14.20 - Evitate le chiamate vocali nelle aree colpite

Se avete amici e/o parenti nelle zone colpite dalla scossa di terremoto evitate di chiamarle "a voce" lasciando così libere, non intasandole, le celle telefoniche cellulari per eventuali richieste di soccorso. Se in una determinata zona avviene un grande picco di traffico telefonico c'è il rischio che saltino le connessioni.
Comunicate con loro via messaggi! 

ore 13.00 - Non percorrere i sentieri in quota

L'Ente Parco raccomanda di non percorrere i sentieri a ridosso dei pendii rocciosi del Gran Sasso e dei Monti della Laga finchè permane il rischio di scosse di assestamento

ore 12.10 - Il Direttore Generale del Ministero esprime vicinanza alla Comunità del Parco

Il Direttore Generale del Ministero dell'Ambiente Dott.ssa Giarratano ha comunicato la sua personale vicinanza e piena disponibilità per tutto quanto possa occorrere alla popolazione della Comunità del Parco colpita. Il Presidente Navarra, nel ringraziarla ha rappresentato che nei prossimi giorni, dopo gli interventi di stretta competenza della Protezione civile, sarà attivato un tavolo tecnico di lungo periodo per il coordinamento di tutti i Parchi al fine di verificare concretamente le possibilità di intervento

ore 11.45 -Le squadre del Parco sono arrivate nelle località colpite

Due squadre dell'Ente Parco, formate da 7 unità (tra operai, tecnici e personale),  2 automezzi e un veicolo con il gruppo elettrogeno, sono arrivate ad Accumoli ed Arquata del Tronto e si sono prontamente messe a disposizione della Protezione Civile che coordina le operazioni.

ore 11.00 -Annullata la Vetrina del Parco

In questo tragico momento, d'intesa con gli organizzatori, l'Ente Parco ha deciso di annullare la 21° edizione della "Vetrina del Parco". E' necessario essere vicini alle nostre popolazioni senza disperdere energie con attività di convivio incompatibili con il lutto.

ore 9.30 - L'Ente Parco si organizza per supportare le operazioni di soccorso

Sono già operative sul campo, per l'intervento che si rendesse necessario, 18 unità e 7 automezzi dell'Ente per portare aiuto e assistenza alle popolazioni, interventi che saranno comunque coordinati dalle autorità di Protezione civile di Abruzzo e Lazio.

Si raccomanda a chiunque intendesse portare aiuto di non prendere iniziative in modo autonomo, di lasciare libere le strade per i mezzi di soccorso e di non intasare le linee telefoniche.

La Protezione civile ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi:

  • contact center della Protezione civile nazionale: 800840840;
  • sala operativa della Protezione civile Lazio: 803 555

Vi raccomandiamo:

  • Lasciate libere le strade
  • Lasciate libere le linee telefoniche
  • Non percorrere i sentieri a ridosso dei pendii rocciosi del Gran Sasso e dei Monti della Laga
Terremoto nel versante nord del Parco
Terremoto nel versante nord del Parco
 
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor