Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Benvenuti nella biodiversità
Ippovia (Archivio Ente Parco)
Home » Visitare il Parco » Itinerari » A piedi

Dal rifugio Ricotta al Voltigno

Itinerario n° 69

Elevato interesse: panorama 
  • Partenza Castel del Monte
  • Tempo di percorrenza: 3.45 ore
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 400 m
  • Segnavia: parzialmente segnato (bianco-rosso)
  • Periodo consigliato: da maggio a novembre
  • Visualizza la mappa

Da Castel del Monte si segue la strada per Campo Imperatore. Scavalcato il valico di Capo di Serre la strada traversa una pineta di rimboschimento e raggiunge una svolta verso sinistra. Qui, sulla destra, si stacca la sterrata che porta al vicinissimo rifugio Ricotta (1517 metri, 5,5 km dal paese), invisibile dalla strada. Un cartello che indica la vendita di formaggio e ricotta segnala il bivio giusto. Lo stesso punto si può raggiungere da Fonte Cerreto e Santo Stefano di Sessanio attraverso Campo Imperatore, o da Farindola per il Vado di Sole.

A piedi si segue la carrareccia che inizia accanto al rifugio e scende a un fontanile sull'altopiano del Pacino, dominato dal roccioso Pizzo di Meta. A un bivio si devia a sinistra su una carrareccia che sale a un crinale inciso da doline, dal quale riappaiono il Monte Prena e il Monte Camicia. A un bivio (1515 metri) si lascia la sterrata, e si piega a destra su un sentiero segnato che scende nella faggeta della Valle della Cornacchia.
Usciti sui pascoli del Voltigno, si raggiunge il grosso stazzo di Fonte Cornacchia (1390 metri, 1.15 ore). Proseguendo sulle tracce del bestiame si raggiungono il Lago Sfondo (1364 metri), ben riconoscibile per la presenza di abbeveratoi in cemento, e gli altri laghetti. Senza raggiungere la ben visibile Casa Macerone si piega a destra, si raggiunge un tratturo e lo si segue verso destra (sud), aggirando a sinistra il modesto cocuzzolo del Colle della Biffa e salendo alla Fonte Aciprano (1452 metri, 1 ora).
Si continua per una sterrata tra i faggi del Bosco Carboniere. Dopo un centinaio di metri la si lascia e si segue una mulattiera, indicata da qualche segnavia giallo-rosso, che sale con ripida a una sella (1638 metri) a sud di Monte Capo di Serre. Incrociata la sterrata trascurata in precedenza si scende per una mulattiera che costeggia le rocce di Capo le Serre e raggiunge un valloncello e una carrareccia pianeggiante (1654 metri, 0.45 ore).
Alla prima curva la si lascia a sinistra e si sale a destra fino a sbucare nel caratteristico solco della Vallestrina, sorvegliata dalle rocce del Monte Meta. Dove la valle si allarga nel pianoro del Pacino ci si tiene a destra a un bivio, si ritrova la carrareccia dell'andata e la si segue fino al rifugio Ricotta (0.45 ore). Il ritorno sul percorso dell'andata permette di risparmiare un'ora.


Distretti del parco attraversati: Distretto Terre della Baronia
Voltigno
Voltigno
Netpartner: Parks.it
© 2017 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga via Del Convento,1 - 67010 Assergi (AQ)
Tel. 0862/60521 Fax 0862/606675 - E-mail: ente@gransassolagapark.it - Posta certificata - P.Iva 01439320662
Privacy - Note legali - Elenco Siti tematici - Note per la Fatturazione Elettronica