Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Benvenuti nella biodiversità
Ippovia (Archivio Ente Parco)
Home » Visitare il Parco » Itinerari » A piedi

L'anello di Santo Stefano di Sessanio, Calascio e Castelvecchio Calvisio

Itinerario n° 64

Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia 
  • Partenza Santo Stefano di Sessanio (1251 m)
  • Tempo di percorrenza: 3 ore 30 minuti
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 590 m
  • Segnavia: segnato (bianco-rosso)
  • Periodo consigliato: da aprile a novembre
  • Visualizza la mappa

Da Santo Stefano di Sessanio (1251 metri) si imbocca a piedi la strada per Campo Imperatore. Dopo qualche centinaio di metri (cartello) si piega a destra per una stradina e poi per un viottolo che traversa un altopiano e poi sale in un vallone (la Val Pareta) fino a una strada a mezza costa.
La si segue verso destra, ci si tiene a destra a una biforcazione e si sale all'oratorio rinascimentale della Madonna dei Monti e alla fortezza di Rocca Calascio (1460 metri, 1 ora).
Qui si può anche arrivare, senza sentiero ma con percorso evidente, seguendo il crinale e scavalcando il Monte delle Croci.

Si riparte traversando in discesa l'abitato in buona parte abbandonato di Rocca Calascio, dov'è il rifugio della Rocca. All'uscita del paese si lascia la sterrata che scende a tornanti e si segue il largo crinale erboso a sinistra di questa. Incrociata altre due volte la strada si raggiunge il suggestivo centro storico di Calascio (1210 metri, 0.30 ore), dove si può interrompere l'escursione per tornare a Santo Stefano in bus.  
Si riparte lungo la strada per Santo Stefano, e alle ultime case si piega a sinistra (vecchio cartello) per un sentiero non sempre ben visibile che scende per un ripido pendio erboso in direzione del Piano Buto e di Castelvecchio Calvisio. Alla fine, senza raggiungere il pianoro, ci si tiene a sinistra, si raggiunge la strada asfaltata, e la si segue fino a Castelvecchio Calvisio (1045 metri, 1 ora), dove si entra nel borgo fortificato del  Ricetto accanto alla chiesa. 
Dalla piazza all'ingresso del Ricetto si traversa in discesa il paese moderno. Al termine di un lungo rettilineo, dove la strada piega a sinistra, si stacca a destra (cartello) una strada sterrata che scende a mezza costa. Prima di imboccarla, piegando a sinistra, si può raggiungere la chiesa medievale di San Cipriano. La sterrata si affaccia sul Piano Buto e poi scende al valico (981 metri, 0.45 ore) che separa quest'ultimo dal Piano Viano.
Si continua traversando il Piano Viano, dove la strada inizia a salire si taglia un largo tornante, si ritrova il tracciato e si piega a destra nel bosco. Superati il cimitero e la vicina chiesa si torna a Santo Stefano (0.45 ore).


Distretti del parco attraversati: Distretto Terre della Baronia
Santo Stefano di Sessanio
Santo Stefano di Sessanio

Beni culturali
 
Netpartner: Parks.it
© 2017 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga via Del Convento,1 - 67010 Assergi (AQ)
Tel. 0862/60521 Fax 0862/606675 - E-mail: ente@gransassolagapark.it - Posta certificata - P.Iva 01439320662
Privacy - Note legali - Elenco Siti tematici - Note per la Fatturazione Elettronica