Home » Visitare il Parco » Itinerari

Da Capricchia alla Cascata delle Barche

Itinerario n° 17

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Amatrice (Amatrice)
  • Tempo di percorrenza: 1.45 ore
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 320 m
  • Segnavia: segnato bianco-rosso, rosso
  • Periodo consigliato: da maggio a ottobre
  • Comuni interessati: Amatrice
  • Visualizza la mappa

Da Amatrice si imbocca la statale 577 per Campotosto e la si segue per 4,4 km, fino a un tornante sulla destra dal quale si staccano due strade secondarie. Si imbocca quella di sinistra che scende al Tronto e raggiunge Capricchia. Si prosegue per la stretta strada asfaltata che entra in un vallone, sale a mezza costa, tocca una captazione dell'ENEL e raggiunge una sella (1384 metri, 3 km da Capricchia), dove inizia una sterrata indicata da un cartello del Parco. Poco oltre è il monumento del Sacro Cuore, affacciato su Amatrice.

Si segue a piedi la sterrata che inizia accanto al cartello, sale brevemente e poi inizia a scendere. Al primo bivio la si lascia per imboccare sulla destra un sentiero segnato che si alza a mezza costa nel bosco e raggiunge un valloncello sassoso e un nuovo bivio. Qui (cartello) si piega a sinistra aggirando il Colle del Vento e affacciandosi sul Fosso di Selva Grande e la cascata delle Barche.
Il sentiero scende a mezza costa, entra nella faggeta e raggiunge il Fosso di Selva Grande dove si conclude anche la sterrata (1375 metri, 0.30 ore). Per raggiungere la base della cascata si deve traversare il torrente (a volte c'è un ponticello) e tornare indietro sull'altra sponda. Entrati nel fosso ai piedi della cascata lo si risale fino ai piedi del salto. Al disgelo e dopo forti piogge questo tratto può essere complicato.
Per proseguire, dalla fine della sterrata, occorre seguire un sentierino che sale tra fitta vegetazione e porta al sentiero segnato che proviene dal Sacro Cuore. Lo si segue quasi in piano, lasciando a destra (1599 metri) il sentiero per il Monte Gorzano, descritto all'itinerario 18. Se il sentierino è ostruito dalla vegetazione occorre tornare all'ultimo bivio e riprendere il sentiero principale. Occorrono 0.30 ore in più.  
Una discesa porta al Fosso di Gorzano, dove si lascia a sinistra (1539 metri) un sentiero per San Martino e si riprende a salire a tornanti fino al crinale dei Balzi Classette (1803 metri, 1 ora), dove spiccano due grossi ometti di pietra. Una discesa porta allo stazzo della Pacina (1740 metri, 1.15 ore), con un bel capanno di pietra. Al ritorno si segue il sentiero principale, lasciando a destra le diramazioni per la cascata, fino al punto di partenza (1 ora).

Cascata delle Barche
Cascata delle Barche
(foto di Luciano Del Sordo)
 
Approfondimenti
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor