Home » Visitare il Parco » Itinerari

Da Spelonga al Monte Comunitore

Itinerario n° 4

A piedi         Elevato interesse: flora 
  • Partenza: Spelonga
  • Tempo di percorrenza: 1.15 ore
  • Difficoltà: E - Escursionistico
  • Dislivello: 200 m
  • Segnavia: parzialmente segnato bianco-rosso
  • Periodo consigliato: da maggio a ottobre
  • Visualizza la mappa

Da Spelonga si segue brevemente la strada per Colle, per poi deviare a sinistra (indicazioni per Passo il Chino) sulla strada sterrata che sale a larghe svolte attraverso i pascoli sovrastanti l'abitato, con bel colpo d'occhio sul Vettore che si alza al di là della valle del Tronto e della Salaria.

Dopo aver toccato dei capanni agricoli in arenaria la strada entra nella faggeta, si affaccia sulle vette più elevate della Laga e traversa ai piedi delle rocce de Il Poggio. Due tornanti portano alla cresta di Monte Comunitore (1623 metri, 8,5 km dall'asfalto), dove la strada si fa più dissestata. Qui si parcheggia.
A piedi si segue una carrareccia a destra della cresta (se si segue la strada principale il tempo non cambia), che riporta al tracciato principale dove questo traversa a mezza costa a poche decine di metri dalla vetta del Monte Comunitore. Dove la strada inizia a scendere, un sentierino sui prati permette di salire in pochi minuti al punto più alto (1695 metri, 0.15 ore). Tornati alla strada, la si segue in discesa, a tornanti, fino alla sella erbosa di Passo il Chino (1581 metri), dove arriva da destra un sentiero che sale da Colle.
Si continua brevemente sul tratturo sulla sterrata che sale sui prati delle Ciocche, e poi inizia a traversare verso destra verso la lontana Macèra della Morte. Lasciato il tracciato, utilizzato invece dall'itinerario successivo, si sale alla vicinissima cresta (1660 metri) percorsa da una recinzione, che poi si segue verso sinistra con vertiginosi affacci sulla valle del Rio Scalandro. Da una selletta erbosa ci si affaccia su un impressionante canalone affiancato da faggio abbarbicati alle rocce. Poi si rientra nella faggeta e si sale alla piccola radura che costituisce la vetta del Monte Scalandro (1649 metri, 0.30 ore).
Tornati al valico ci si tiene sulla destra, per un sentiero che porta ad ampi prati percorsi da una carrareccia che riporta all'itinerario di salita nei pressi di Passo il Chino. Sulla strada si torna al punto di partenza (0.30 ore).

Peonia
Peonia
(foto di PN Gran Sasso)
 
Approfondimenti
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor