Home » Agricoltura e Zootecnia » Il paniere dei Prodotti del Parco » I Prodotti

Salsiccia paesana

La Storia
La salsiccia paesana come per altri insaccati, deriva dalla necessità di sfruttare del maiale tutte le parti edibili in una maniera facilmente conservabile. La tradizione orale locale e tracce in numerosi archivi comunali testimoniano la presenza storica del salume nell'area interessata.

Area di attuale produzione nel Parco: In tutta l'area laziale del Parco.

Descrizione
Prodotto tradizionale della Regione Lazio, deriva dalla lavorazione di tagli magri ricavati dal costato e da rifilature di spalla, prosciutto e lonza. Si consuma fresca o dopo una brevissima stagionatura in camera calda. L'impasto viene aromatizzato con pepe aglio finocchio o altre spezie. Il prodotto, del peso variabile dai 70 ai 500 grammi, è caratterizzato dalla forma cilindrica a "cacchietti" o a "U", di colore rosso, e dal sapore sapido. I risultati migliori per qualità all'assaggio, si ottengono lavorando carni provenienti da suini allevati allo stato semibrado e alimentati al pascolo di sottobosco.

Stagionalità del prodotto:
Le carni si lavorano prevalentemente nel periodo autunnale e sono disponibili sul mercato dopo il previsto periodo di stagionatura.


Produttori
Salsiccia paesana
Salsiccia paesana
(foto di PN Gran Sasso)
 
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor