Home » Agricoltura e Zootecnia » Il paniere dei Prodotti del Parco » I Prodotti

Vino cotto

La Storia
Il vino cotto è una tipicità del territorio abruzzese. La più antica testimonianza scritta sul "vino cotto" in Abruzzo risale agli inizi del 1800, ma è probabile che da secoli questa tradizione si tramandi di generazione in generazione.

Area di attuale produzione nel Parco: Si realizza nell'intero territorio abruzzese del Parco, in particolare nelle zone a più vocata produzione vitivinicola.

Descrizione
Prodotto tradizionale della Regione Abruzzo e Marche, il vino cotto presenta una gradazione alcolica variabile secondo la tecnica di produzione e il periodo d'invecchiamento. Può essere secco o dolce per la presenza di residuo zuccherino, ma mantiene un retrogusto sapido. Sono caratteristici il colore, che varia dal rosso ambrato al rosso granato, e l'odore intenso. Deriva dalla lavorazione del mosto appena ottenuto dalla pigiatura di uve bianche e/o rosse che, versato in caldaia e portato a bollitura, si concentra del 40-70%, trasformandosi in un prodotto apprezzato come dessert, per le particolari caratteristiche all'assaggio. Fondamentale risulta la fase di invecchiamento in botte di legno che si può protrarre anche fino ad oltre 30-40 anni.

Stagionalità del prodotto: Si trova in commercio durante tutto l'anno anche se i quantitativi, vista la produzione artigianale, non sono particolarmente elevati.


Vino cotto
Vino cotto
(foto di PN Gran Sasso)
 
Condividi su
FederparchiFagus Life ProjectLife PraterieLife PlutoAqualifeLife CoornataLife M.I.R.CO-LupoBreedValor